Home Chi siamo Dove siamo Scrivici  

Terni Info

Cultura

Formazione

Attività collaterali

 

Servizi

 

Energia solare

Italia - Via libera alle centrali ad energia solare

Arrivano anche in Italia le centrali elettriche ad energia solare. A consentirlo un decreto legislativo del marzo 2008 che ha ottenuto l'approvazione della Conferenza Unificata Stato-Regioni.
In questo modo anche grandi impianti potranno usufruire delle tariffe incentivate ora riservate ai pannelli solari installati nelle case e nei condomini.
Il decreto fa si che finalmente anche l'Italia potrà puntare su una forte diffusione del solare termodinamico a concentrazione, una tecnologia innovativa e ad emissione zero per la produzione di energia elettrica.
L'obiettivo è quello di raggiungere 150-200 MW di potenza installata entro il 2012 con pannelli solari che coprono una superficie di 1,5 milioni di metri quadrati.
Con questa legge anche le centrali solari potranno avere i vantaggi analoghi a chi utilizza il "conto energia" negli impianti casalinghi con pannelli fotovoltaici: priorità di immissione nella rete rispetto all'elettricità prodotta da fonti non rinnovabili e un sovraprezzo tra 22 e 28 centesimi a kwh in aggiunta a quello definito dal mercato per l'energia elettrica "normale".
L'incentivo sarà riconosciuto per 25 anni dalla installazione dell'impianto.
 

Spagna - Siviglia, l'ecocittà accesa dal sole

L'anno scorso a Sanlucar la Mayor, una località a 25 km a ovest di Siviglia, è entrato in funzione un maxi impianto fotovoltaico termodinamico, conosciuto con il nome di PS10, che già serve 6.000 abitazioni.
Questo impianto, con una potenza di picco di 11 MWe, è a zero emissioni  ed è essenzialmente costituito da 624 grandi
specchi  dotati di un sistema a inseguimento solare. Ogni specchio (con geometria sferica) ha una superficie di 120 mq capace di concentrare i raggi solari su una torre centrale alta 115 metri dove sono situati il ricevitore solare, il serbatoio e la turbina.
La luce solare concentrata riscalda l'acqua nel serbatoio fino a 550 gradi centigradi, generando vapore.
La turbina fa funzionare un generatore che produrrà energia elettrica.
Il vapore poi raffreddandosi ridiventa acqua e ritorna al serbatoio della torre centrale.
L'elettricità prodotta viene immessa nella rete a bassa tensione e distribuita alla collettività.
L'investimento totale del progetto PS10 ammonta a 35 milioni di euro con coofinanziamento da parte dell'Unione Europea di 5 milioni.

La costruzione del PS10 rientra in un progetto molto più ampio chiamato  "Piattaforma solare di Sanlucar la Mayor" (PSSM)  che prevede di raggiungere un totale di 300 MWe (occupando una superficie di 700 ettari) una volta costruiti gli altri impianti che usano varie tecnologie solari. L'energia prodotta, coprirà i consumi dei 600 mila abitanti del capoluogo andaluso.
Gli impianti da costruire entro il 2013 sono:
- Impianto PV a Siviglia (1,2 MWp)
- PS10 (10 MWe)
- 2 impianti a torre solare da 20MWe
- 5 impianti termoelettrici (tecnologia delle torri e dei concentratori parabolici)
- Impianto PV da 2 MWp
Il secondo impianto già pronto per entrare in servizio è quello PV di Siviglia da 1,2 MWp ed è costituito da 150 concentratori solari a V di 80 mq cadauno (a basso livello di concentrazione) che inseguono il sole su due assi.
La produzione annua di elettricità prevista è di 2,3 Mwh.
 






Michele Zampilloni

Progetto Interamna  ONLUS - Viale Mazzini, 25   05100 Terni - Tel/Fax: 0744 431845   CF 91044470556